Home / Interior design / Con Monolite di Brandoni il calore incontra l’acqua
Con Monolite di Brandoni il calore incontra l’acqua

Con Monolite di Brandoni il calore incontra l’acqua

Con Monolite di  Brandoni, il calore incontra l’acqua. Brandoni nota azienda italiana di radiatori in acciaio presenta Monolite, una creazione del designer Fabrizio Batoni, l’unico termoarredo che integra nel suo corpo scaldante un soffione doccia ed una rubinetteria. Monolite stravolge la tradizionale visone del classico termoarredo, posizionato alle pareti del bagno e coperto da teli, oggi questo splendido oggetto di interior design diventa il protagonista della sala bagno, ponendosi al centro del benessere e del relax. Monolite è installabile anche in bagni preesistenti grazie alle dimensioni standard disponibili. Ma vediamo le caratteristiche tecniche. Il prodotto è composto da:

      • un piatto doccia in acrilico o in Neolyte di varie dimensioni
      • un soffione doccia rettangolare con dimensione 30×40
      • una doccetta minialista con flessibile e supporto
      • un monocomando in ottone cromato
      • una struttura scaldante tutta in acciaio con due dimensioni di larghezza da 40 cm e da 50 cm, con un altezza di 218,5 e una potenza di 1000 watt per Monolite 40 e 1200 watt per monolite 50

Monolite è disponibile nei colori standard seta ral e volendo su richiesta anche nei colori fuori catalogo.

Disponibili vari accessori  optional come: appendini, miscelatori termostatici, mensole in vetro e in Neolyte, specchio e portasalviette da 40 cm o 50 cm come la struttura in acciaio.

E’ possibile chiudere Monolite totalmente o parzialmente creando così un vero e proprio box doccia, grazie alle porte e alle pareti  in cristallo temperato.

Per informazioni visita il sito brandoni

About Emanuela Carlino

La designer
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

La tua email non verrà resa pubblica. I campi obbligatori sono indicati *

*

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su