Home / Recensioni / Orrori alimentari
Orrori alimentari

Orrori alimentari

Moda sì, ma con gusto e moderazione. Mi sconvolge il pensiero che un giorno, anche la nostra buona e sana cucina possa essere sostituita da orrori alimentari. Capisco questa corsa alla ricerca  nei laboratori di tutto il mondo di  ricette sintetiche, capisco che il pianeta è superaffollato, capisco che gli incrementi di allevamenti bovini nel Sudamerica, rivolti ai paesi industrializzati, per la produzione di carne hanno un pesante impatto sull’ambiente, capisco  che la natura si sta ribellando, ma la mia mente non accetta di dover mangiare una frittata spray! Sono cominciate già da tempo le sensibilizzazioni sulla scelta di predilire alle proteine animali quelle degli insetti, o di creare come è successo da poco a Londra la prima polpetta alle staminali, ma credetemi che il sautè di cavallette mi è indigesto. Mi sono documentata ed ecco che ho scoperto che cavallette e vermi , sono molto proteici e facili da allevare. Sono un piatto molto diffuso in molte parti del mondo tranne che in Europa. Le zampette e le ali degli insetti qui in Italia sono a differenza degli USA che lo vieta, presenti già nelle lavorazioni di molti cibi. La frittata a spray, in vendita da tempo nei nostri supermercati con il nome di Eggy, prodotto in Italia. Una bomboletta a spray che contiene sei uova da spruzzare direttamente in pentola, cosa interessante che a differenza delle sane uova, Eggy non scade e può stare fuori dal frigo per 6 mesi. L’insalata di alghe ricca di grassi e zuccheri è considerata la verdura del futuro e poi la  mitica polpetta  che è stata realizzatata con le staminali di una mucca, chi ha avuto la fortuna di poter assaggiare questa delizia ha dichiarato che la consistenza è la stessa ma è priva di sapore perché non contiene grassi. Parlando di tutte queste prelibatezze ho un certo languorino, corro a casa e mi fo’ du spaghi..spero non sia troppo tardi.

About Emanuela Carlino

La designer
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

La tua email non verrà resa pubblica. I campi obbligatori sono indicati *

*

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su